Cesenatico – In vacanza con Nonna Babù

Flashback al 10 maggio. Digito il contatto rapido “mamma”, risponde dopo tre squilli. “Pronto?” “mamma, che ne dici se andassimo a Cesenatico a luglio una settima tu io e i bambini?” sono quasi certa di aver sentito il tuffo al suo cuore per la gioia della proposta, dato che essendo distanti 300 chilometri possiamo vederci poche volte e infatti dopo due secondi “certo bambina mia prenota dove vuoi!”

E così dopo una ricerca durata una giornata, la scelta è ricaduta sull’hotel New Castle. Hotel per famiglie con formula all inclusive, vicino al mare e al corso principale (sai mai che i pargoli ci concedano qualche uscita serale per shopping senza controllo maschile!)

4 luglio. Facciamo l’appello: Tiziano? Presente! Alice? Presente! Mamma? Presente! Nonna Babù? PRESENTE!!

Pronti, partenza … via!

Quattro ore e mezza di macchina, qualche difficoltà all’arrivo causata dalla scomodità di accesso alla camera (due rampe di scale da affrontare con passeggini e borse in spalla) e siamo costumate e pronte per un bel tuffo rinfrescante!

Come si suol dire, però, avevamo fatto i conti senza l’oste: Tiziano non vuole entrare in acqua! Mannaggia questo era un mio gene dominante … anche Alice appena vede il bagnasciuga inizia a strillare! Nonna Babù è piena di risorse, e non si perde d’animo: Ciabatto vieni che andiamo all’area giochi del bagno, così la mamma può fare un tuffo. Poi viene anche lei!

Santa, santa nonna!

Nei giorni che seguono riusciamo ad organizzarci alla perfezione: punto numero uno non andare all’ombrellone perchè fa un caldo tremendo e portarci i passeggini è un’impresa! Naturalmente dagli ombrelloni vicini non arrivano altro che aiuti verbali mai manuali. Punto numero due se arriviamo in spiaggia prima delle 10 e mettiamo Tiziano nel canotto con le spalle al mare, riusciamo a fargli bagnare un unghia e stare tutti più freschi!

Abbiamo preso d’assalto la riva del mare col passeggino del trio in cui Alice dorme coperta dal suo ombrellino, gli asciugamani per terra e i giochi sparsi in caso Tiziano si decida a usarli.

Al momento sembra concentrato sullo spostare il mare da un’altra parte visto che continua a riempire d’acqua il secchiello, fare due metri e svuotarlo.

Al pomeriggio, dopo pranzo, pisolino in stanza e poi, se non è possibile uscire per il troppo caldo, giochiamo sul lettone.

Nonna Babù trasforma la camera in un salone delle feste acconciando Marisa Uh e Peppa (che in realtà è George, ma a Tiziano non lo diremo mai) e poi si vola nella giungla dove battendosi il petto, rievoca la mamma di Uh.

Ci divertiamo come matti e quando alla sera arriva il momento di uscire, la tappa al Bruco Mela nella piazzetta di fronte all’hotel è per Tiziano il completamento ideale delle sue giornate vacanziere!

Pur non essendoci mai salito, contrariamente a quanto mi aspetto vista la sua consueta diffidenza per ciò che non conosce, ci mette il tempo di un giro a capire che vorrà passare proprio lì tutte le serate! E anche per noi va bene, dato che poi, sfinito, crolla nel passeggino e noi possiamo guardare tutte le vetrine in santa pace!

 

Nonna Babù, però, come dico io ha l’energia di una ventenne fatta di anfetamine e per gli ultimi due giorni di vacanza ha in serbo un programma stupendo!

To be continued …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...