Corsica – La tribù dei piedi neri

“Mamma togli pacche!” Neanche me la ricordo l’ultima volta che ho avuto l’opportunità di stare scalza per strada! È una delle cose che mi piace del mare fatto come dico io.

Questa è la prima vacanza in quattro e a fare le valigie sembravo mago Merlino che si appresta a traslocare al castello! Con due bimbi piccoli son più gli ammennicoli che i vestiti che ti devi portare dietro! E col senno di poi, vista la vita che possiamo fare in questo villaggio, avrei portato solo costumi!

La bellezza di poter ballare scatenata la “chechi bdens” (n.d.t. baby dance) a piedi nudi per far sentire più a suo agio Tiziano, che con gli sconosciuti si paralizza, e tornare a casa sudati e coi piedi neri, mi fa sentire ancora bambina, quando al campeggio conoscevo tutti, quando la mamma mi doveva chiamare cento volte per farmi uscire dall’acqua. E qui abbiamo potuto “passare il testimone” e far vivere un’estate in totale libertà ai nostri Ciabatto e Ghiciolona, che certo ancora si rende conto poco delle cose, ma di sa che è bello provare a lanciarsi giù dal lettone per far le sue prove di gattonamento (o come dico io conigliamento perchè i suoi sono più dei saltelli) e guardare curiosa tutte queste cose colorate che la circondano.

Per fortuna che in mezzo a tutte le cose che ci siamo portati dietro non abbiamo dimenticato il mitico Gruffalo! Che in realtá si chiama My ready bed ma ha raffigurato il personaggio che per metonimia ha dato il nome al letto. Coooos’è il Gruffalo??? L’invenzione del secolo: materassino per bambini con spondine e lenzuola e copertina tutto incluso! Cena da amici ma non ti fidi a far dormire tuo figlio nel lettone ” sennò cade”? Gruffalo! Campeggio coi neonati ma nn vuoi portare il lettino grande? Gruffalo! E allora eccolo con noi anche qui!

No, non ho le provvigioni della My ready bed ma sono innamorata e dovevo gridarlo ai quattro venti!

Quindi, una sistemata nel Gruffalo, l’altro libero nell’area giochi delle animatrici dove nella stanzina sotto il gazebo bianco si trova di tutto e di più compreso frigo, microonde e cento giochi;  mamma in ammollo nella piscina per i neonati sotto gli ombrelloni palma, papà in piscina. Ognuno ha trovato il suo posto nel mondo!

Certo non contemporaneamente, e certo ci sono giornate da sclero con tutti nervosetti, ma a noi basta per chiamarle Vacanze!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...