Il Piccolo Principe

Ok, lo ammetto: non ho mai letto il Piccolo Principe. E prima di mandare mio figlio in un asilo con questo nome, confondevo questa storia con quella del Principe Felice, ben più inquietante e meno edificante.

Cento volte mi sono ripromessa di leggere il libro, ma le immagini, che per me in una storia sono tutto, non mi piacevano per niente, così ho sempre rimandato, rimandato…

Fino ad ora. La Nemina pubblica un post che parla di questa rivisitazione cinematografica e mi incuriosisce. Guardo il trailer e con mia sorpresa scopro che quei disegni che tanto poco mi piacciono non c’entrano nulla con questa versione. O meglio, c’entrano ma sono marginali. O meglio, eccheppalle con questi disegni!

Chiamo Serena, la vecchia maestra del Tiz proprietaria dell’omonimo asilo e amica carissima, e le chiedo se vuole accompagnarci al cinema. Ovviamente la sua risposta è “SI!!!”, così prenoto i biglietti e domenica mattina andiamo allo spettacolo delle 10.30.

Che vi devo dire? Bellissimo! Adesso conosco la storia del Piccolo e integrata con quella della Bambina è geniale!

Per la trama vi rimando al sito ufficiale, o se siete pigri e non avete voglia di leggere ecco il Trailer

Per tutti? No. Purtroppo solo i cuori che già sono aperti all’ “invisibile” possono apprezzarlo. Il tema è esattamente il mio modo di vedere il mondo: non ingabbiarsi in una vita grigia e “adulta”, mai dimenticare che siamo (e non siamo stati) bambini, mai prendere tutto troppo sul serio, mai smettere di ridere e di sognare.

Avere una vita programmata è estremamente rassicurante, ma non è Vita. Forse si faranno più soldi, soldi che non si possono godere perchè troppo impegnati a farne altri, forse tutta la casa sarà perfettamente in ordine, ma proprio per questo è impossibile abitarvi; con questo non intendo che si debba vivere alla giornata o, peggio, sulle spalle di chi lavora sodo! Mai pensato neanche lontanamente. Ma se mentre percorriamo la strada di Studio e Lavoro non perdiamo di vista il piccolo saltellante e curioso bambino che abita dentro il nostro cuore, che male c’è?

non trovate fantastico il momento in cui il vecchio incontra il Piccolo Principe? non sono ovviamente la stessa persona?

“Te sei matta ad andare in giro col cappello da giullare”, “per chi compri il vestito di carnevale??? per la BAMBINA spero!”, “Se ridi non stai lavorando”. Frasi del film? No, la mia vita.

E “francamente me ne infischio” (cit).

Insegno sempre ai miei bambini che se si parla alle persone col sorriso, queste prima o poi sorrideranno, ed è così! La magia è il segreto per colorare ogni giorno, ogni cosa, ogni persona. Lo facevamo da bambini, continuamente, ed eravamo felici, perchè non continuare anche da adulti?

“ah, lei è una sognatrice, non vive in questo mondo!” (cito mio padre tanto per dare veridicità alle mie parole) perchè non mi finisco occhi e orecchie a sentire disgrazie strumentalizzate dai giornali?

O perchè ogni mattina mi sveglio col sorriso e non programmo la vita dei miei figli?

Le bollette le pago anche io (boh, no, in effetti le paga mio marito col conto comune, e non so neanche che compagnia del gas abbiamo …), a lavorare ci vado anche io ogni giorno, solo non ci vado con un sacco da trenta chili sulla schiena, ma sfrecciando sul mio monopattino e suscitando i”ganzaaaaa” dei bambini (loro si che mi capiscono!) e i “no, ma guarda quella….”(con il disprezzo degli adulti che hanno paura a vedere esternate le loro voglie nascoste, ma che non hanno il coraggio di esprimere)

I programmi di vita per i miei figli? Insegnar loro ad essere sempre spensierati come ora che sono piccoli, che non ci sono età per saltellare per strada se ne hanno voglia, che non devono mai permettere a nessuno di sentirsi dare dello stupido perchè sono felici.

L’altra riflessione che mi è nata dalla visione di questo film è stata: devo ASSOLUTAMENTE realizzare la volpina di pezza che la Bambina si porta appresso!

E allora acquisti su Amazon: ovatta per giocattoli, stoffa per patchwork. Poi vecchi calzettoni, bottoni, e nastrini, sonagli, tutto quello che riesco a trovare in casa!

Spero a breve di potervi postare un tutorial!

“L’essenziale è invisibile agli occhi” Cit.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...