Natale e Befana – Il Villaggio delle Meraviglie

Nei Giardini Indro Montanelli, o di Via Palestro o di Porta Venezia, proprio dietro il Palazzo di Scienze Naturali c’è il Villaggio delle Meraviglie. Dal 5 dicembre al 10 gennaio (tutti i giorni dalle 10 alle 21) sono aperti una doppia pista di pattinaggio sul ghiaccio, qualche bancarella di frittelle e tiro a segno, una giostra e  un autoscontro, oltre naturalmente alla Casa di Babbo Natale, prima, e della Befana, poi.

Adoro questi giardini perchè ricordano l’Isola che Non C’è di Peter Pan, corsi d’acqua con le papere, viottoli in mezzo agli alberi, sali scendi sulle rocce, e anche grandi prati dove correre e giocare in libertà. Sotto le feste, poi, il Villaggio di Natale li rende ancora più magici!

Siamo andati diverse volte a pattinare sul ghiaccio, perchè qui affittano i pattini bilama per i piccolissimi e c’è anche una pista a loro dedicata, e a conoscere prima Babbo Natale, non bisogna prenotare niente, solo mettersi in coda e aspettare il proprio turno per salire sulle ginocchia del barbuto signore che sta lì a disposizione tutto il giorno, tutti i giorni.

La prima volta, poi, mancavano davvero pochi giorni a Natale e abbiamo avuto la fortuna di andare il giorno della Babbo Running, per cui mentre pattinavo con Tiziano, la sua prima volta sul ghiaccio, decine e decine di babbi natale ci sono sfrecciati accanto! Non vi dico gli urli del piccolo “pattinatore”!

Oggi siamo tornati anche con il papà perchè anche se non era una bella giornata, dovevamo vedere assolutamente la Befana dato che tra pochissimi giorni scenderà nei camini delle nostre case per lasciare dolcetti o carbone. La casa della Befana è allestita al coperto e prima di vederla c’è un passaggio obbligato: riempire un form al computer per stampare il francobollo da apporre sulla letterina indirizzata alla Befana.

Abbiamo chiesto all’elfo presente se era possibile bypassare questa procedura, visto che la coda al pc per compilare il form era un po’ lenta, ma ci è stato risposto di no assolutamente.

Inizialmente eravamo scocciati di tanta rigidezza, anche perchè non ci sono state fornite altre spiegazioni, così ci siamo messi in coda, in fin dei conti erano solo due persone (lentissime ma pur sempre solo due), e poi abbiamo preso foglio e busta e ci siamo seduti al tavolinetto per bambini a scrivere la letterina su cui abbiamo incollato il francobollo (non è quello in foto, è un QR code che contiene i dati riportati nel form, perchè poi si riceverà a casa una sorpresa, così dicono…ma io mi fido!)

Ci mettiamo diligentemente in fila dietro alla tenda rossa e aspettiamo di conoscere la Befana. Effettivamente dobbiamo capito il motivo della procedura obbligatoria perchè il form che abbiamo compilato chiede, oltre al nome del bambino, anche il nome del migliore amico, quali regali ha ricevuto il bambino a Natale, eccetera, così appena si varca il tendone rosso la Befana ci accoglie con un “Ciao Tiziano!!!” e gli parla dicendogli cose di lui come se lo conoscesse davvero! Lo stupore di Tiziano nel vedere che la vecchina sapeva cosa gli aveva portato Babbo Natale e come si chiamava la sua scimmietta non si può descrivere!

In ogni caso il form si può precompilare a casa qui, ma al momento è necessario comunque stamparlo, logicamente per dare modo alla Befana di capire chi è il bambino che sta per entrare (magica si, ma fino a un certo punto), consiglio di farlo comuqnue al momento, perchè sono davvero poche domande!

A pranzo siamo andati Da Pippo, un chiosco dall’altra parte del parco (di domenica il bar del Villaggio aveva solo panini), dove anche se non c’erano piatti caldi di domenica, il proprietario, gentilissimo ci ha preparato un piatto di prosciutto e formaggio per la piccola Alice e una cotoletta per Tiziano. Inoltre hanno un bagno interno con fasciatoio e sgabellone alto per allattare.

Purtroppo passate le feste il Villaggio sparirà, ma la magia dei Giardini no, perciò vi consiglio di organizzarvi almeno una volta per andare a vederli. Ovunque ci sono scivoli e altalene e dal lato di Palazzo Dugnani anche i bagni al coperto, ma wc chimici si trovano anche in altre zone del parco e non mancano certo i tavoli da pic nic!

Credits: foto da Il Villaggio delle Meraviglie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...