Per debellare la lagna tutti i metodi vanno bene

In queste ultime settimane mi sono trovata ad affrontare un bambino completamente diverso da quello che conoscevo. Tiziano chiede e fa qualsiasi cosa con il lamento o alle volte con picchi di urli che neanche le aquile delle Ande.

Confrontandomi con qualche amica ho capito di non essere sola in questa valle di lacrime (è proprio il caso di dire), ma questo certo non mi fa sopportare di più la cosa, nè naturalmente ha fatto cessare il virgulto di cantilenare manco fosse un muezzin.

Essendo una mamma la prima cosa che ho provato è stata combatterlo con le buone. Paroline dolci, giochi, coccole, perchè il primo pensiero di ogni mamma è: “poverino, magari sta mettendo i denti, ha mal di pancia, il culetto rosso, i piedi blu cuccurucu Paloma”

Poi, vinta dall’evidenza, che non ha niente se non due anni, sono passata ai sistemi paterni, altrimentidetto minacce di schiaffoni e sgridate.  Macchè, un buco nell’acqua e anche nel mio fegato perchè urlare non è mai bello.

Per fortuna che sono cresciuta a pane e Julie Andrews e sono fermamente convinta che “con un poco di zucchero la pillola va giù”, e così mi sono fatta una surfata nella rete e ho trovato degli orrendi behaviour charts che mi sembravano più che altro sistemi terroristico/punitivi che non portavano a granchè. Però, sull’onda di un’idea trovata su un altro mamma-blog, ho elaborato il sistema dei “bollini”.

i-bollini_pagina_1i-bollini_pagina_2

Donne. Mamme. Signore financo! E’ con orgoglio, ma senza pregiudizio, che vi annuncio che FUNZIONA!

In pratica ho fatto due tabelle con cinque cose da fare al mattino e cinque la sera con una colonna per giorno della settimana. Ho scelto quattro attività che non piacevano molto al Ciabatto e una che invece ero certa avrebbe fatto col sorriso (mangiare) e poi ho creato tre tipi di bollino da attaccare a fianco della suddetta attività: Bimbo che ride, Bimbo che piange, Foto di Tiziano per quando le fa da solo.

i-bollini_pagina_3i-bollini_pagina_4i-bollini_pagina_5

Certo, la mattina non sempre abbiamo il tempo di attaccarli e rimandiamo al pomeriggio, ma la sera non vede l’ora di dirmi come ha fatto le cose e quando ha lagnato si è dispiaciuto e il giorno dopo ha “rimediato”.

Ovvio, non può funzionare con tutti, dipende dal tipo di bambino, Tiziano ad esempio è uno che ci tiene molto a compiacerci e si inorgoglisce tutto quando vede la sua foto o il bambino che ride.

Ho fissato dei premi se in una settimana attacca dieci bambino che ride o foto sua, ma nessuna punizione per la lagna, perchè naturalmente non deve agire per paura ma come sempre per consapevolezza.

Tiziano comunque bimbo strano lo è, perchè come premio ha scelto la frutta, ma “mamma, dopo la pappa eh!” ma un sano kinder no? Vabbeh punto tutto su Alice.

A questo link potete trovare il file Word da stampare, se volete, con anche i “bollini” bambina. Ovviamente la tabella con le foto l’ho lasciata vuota così potete inserire la vostra immagine.

Buon divertimento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...