Piscina di Paderno? No, grazie

Domenica mattina, pioggia, uggia, nasi un po’ colanti, che si fa? Magari un’ora di piscina aiuta a liberare e poi facciamo vedere l’acqua ad Alice che ancora non l’abbiamo mai portata. Ok, perfetto.

La prima scelta cade sempre sull’Acqua Turra a Cormano, che pur non essendo la mia preferita è comunque calda e attrezzata per bambini. Ovviamente gli orari che avevamo noi non corrispondevano alla realtà (chissà, forse avevamo una scheda vecchia) e abbiamo dovuto ripiegare su quella del Toti di Paderno. Quando mai.

Premetto che non è una piscina sporca o che, è solo molto male organizzata e inadatta a qualsiasi persona sana di mente, secondo me, ma gli adulti si adattano, il problema è quando hai bambini.

Non è niente di grave, eh, cioè non ci sono scale elettrificate o coccodrilli nella piscina, e, d’accordo, non tutti i posti sono perfetti, ma qui ne va della salute mentale dei genitori e secondo me, salute proprio dei figli.

Mi spiego.

La piscina di Paderno è un unico enorme ambiente: vasche e spogliatoi sono sotto lo stesso tetto alto, sono divise solo da dei paraventi in plastica o muretti e sono nello stesso ambiente dell’ingresso, dove ci sono gli spalti, la reception e le porte di accesso. La legge della fisica pretende che sia impossibile scaldare tutto nel modo adeguato.

Le docce (a pagamento) sono in comune uomini e donne, che naturalmente devono lavarsi in costume (noto a tutti, come il lavarsi vestiti aumenti le possibilità di pulire). Nello stesso spazio si trovano tre fasciatoi, perchè, altra cosa nota, i bambini che hanno bisogno di essere cambiati sul fasciatoio sono autosufficienti e quindi non hanno bisogno di essere guardati a vista mentre la mamma si fa la doccia o si veste, perchè non cadranno sicuramente.

Altra cosa nota i neonati non hanno mai freddo e se stanno bagnati e nudi in un ambiente enorme e quindi non caldo, gli fa solo bene.

Detto questo, asciughiamolo con il fon il pargoletto. Fon, pure, a pagamento, perchè quei cassoni appesi al muro dal cui buco in alto esce aria rovente senza possibilità di direzionarlo, ma che è utilizzabile solo issando il bambino quasi in spalla con la testa direttamente sotto, sono troppo sofisticati per includerli nell’ingresso.

Altra cosa nota: i bambini ci stanno volentierissimo attaccati a un soffione di aria bollente che gli spella la cute.

Ma se ancora, temerari e in fase zen, non siete incazzati, non vi preoccupate, perchè vi ricordo che siete ancora bagnati e in costume!

Eh certo, perchè se per puro caso vi dovesse scocciare cambiarvi davanti all’altro sesso, dovete tornare dietro al paravento/porta che vi separa dall’altro lato degli spogliatoi: quelli divisi per genere uomo/donna.

Allora riprendete il borsone, il bambino, l’accapatoio e via libere e felici a vestirsi! Tranne le scarpe e il giubbotto, perchè quelli li avete lasciati … dietro un’altra porta/paravento all’ingresso!

Quindi riprendete borsa e bambino e via, verso la terza e ultima tappa!

Se a Giochi Senza Frontiere avessero messo questo percorso, avrebbero bocciato il gioco perchè troppo difficile e poco credibile, e invece alla Piscina Toti di Paderno si può, Signore e Signori! Accorrete numerosi!

Come? Non ho detto niente sulle vasche? Perchè ho troppo freddo per parlarne. L’acqua di quella dei neonati era gelida, tanto che dopo 5 minuti che eravamo lì e ancora non ci eravamo scaldati, siamo dovuti andare sulle scale di accesso della vasca per nuotatori, che era comunque fredda, ma almeno tollerabile. Dopo altri 5 minuti, però Alice con le labbra viola che non smettevano di tremare ci ha dato definitivamente il coraggio di abbandonare la nave.

Sinceramente scrivere alla direzione per lamentarsi lo trovo inutile visto che è una piscina aperta da trent’anni, la cosa che mi stupisce è che la gente ancora ci vada. E con questo post spero di scoraggiare almeno gli indecisi.

Grazie per lo sfogo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...