Riflessioni sparse

Dunque, è iniziato il 2016, anno bisestile e per chi ancora non lo sapesse “anno bisesto, anno funesto”. C’è chi scrive i buoni propositi, o i buoni spropositi; c’è chi dice di prevedere sciagure morte e distruzione (una veggente dice che spariremo tutti entro l’anno), c’è chi parte in tromba con diete folli salvo poi rinunciarvi in sordina dopo un paio di giorni, quantomeno per tacitare i sensi di colpa.

Il mio anno come è iniziato? Partiamo da come è finito: a letto alle 22 abbracciata al mio topolino Aliciotta mentre Tiziano e il GGG Pelosetto erano a suonare trombette e fare i pazzi fino alle 2 di notte.

Il 2015 è stato un anno lungo e abbastanza impegnativo, ma è anche quello in cui è nata Alice, quello in cui ho capito veramente che nella vita solo i cretini o gli ottusi non cambiano mai idea, in cui gli equilibri familiari sono stati messi a dura (ma anche non troppo) prova e l’anno in cui ho imparato a delegare (per chi mi conosce, cosa non da poco).

Vorrei qui aprire una parentesi doverosa per citare i Nonni. Nella fattispecie i nonni paterni, che sono persone accorte e di buon senso, su cui possiamo contare in ogni momento e che anche se sono vecchierelli, non si sono mai tirati indietro a tenere due marmocchi piccoli, che giocano con loro sdraiati per terra, ma sono anche pronti a sgridarli se superano il limite. Che gli concedono 15 minuti di tv al pomeriggio mentre fanno merenda, ma 15 e non di più. Che dalla calza della Befana hanno tolto quasi tutte le caramelle e cioccolatini in dotazione sostituendoli con frutta e omogenizzati per la piccolina (ho detto quasi!). Che non li riempono di giocattoli e regali fuori stagione, ma li portano fuori a giocare. Che a casa loro possono essere un po’ più viziati, ma “ricordati che devi fare quello che dicono tua mamma e tuo papà e non si discute”.

Certo non sono perfetti, chi lo è?, ma posso fidarmi ciecamente e non so di quante persone al mondo posso davvero dirlo. E menomale, perchè i nonni sono fondamentali per i bambini!

Un’altra riflessione in questi giorni, l’ho dedicata alla mia panza.

Mi peso ogni mattina, e ogni mattina come la strega di Biancaneve che interrogava lo Specchio Magico ricevo la stessa risposta “MAGNA DE MENO”.

Ok, non devo per fortuna perdere più di un chilo scarso, ma è proprio la mollezza muscolare che mi deprime. Buon proposito: dalla prima domenica di marzo mi ritaglierò un’ora per andare a correre o giocare a tennis col marito! Perchè marzo? Perchè per allora tutti si saranno dimenticati delle mie parole, naturalmente!

Stamattina, poi, mentre raccoglievo uno sgraditissimo campione di feci per il consueto check up annuale, mi si è posta la questione: mannaggialamiseria non pioveva da 45 giorni, proprio oggi che vado in scooter? Campione che, tra parentesi, è stato rifiutato perchè nel vasetto non idoneo e quindi sono ancora a pagina uno.

Dieci minuti di silenzio e poi un altro banalissimo pensiero: che bella però la mia famiglia! E’ come l’ho sempre sognata! In quattro e matti da legare.

Dai ditelo “eh che banale! un’altra mamma cuoricini che dice quanto sono belli e bravi i suoi figli e marito!”. Eh lo so, ovvio. Però, ragazzi, la vita non è fatta solo di ciliegine sulla torta, altrimenti sarebbe un barattolo di Amarene Fabbri! La torta è fatta di farina, lievito, altri ingredienti, e la ciliegina è una sola.

Anche se mi fanno perdere la pazienza e alle volte vorrei andare a dormire in albergo tanto per godermi un po’ di silenzio, solo quando siamo tutti e quattro insieme sono davvero felice (si, l’ho detto. I cartoni animati degli anni ’80 mi hanno insegnato che adesso succederà per forza una tragedia, ma in questo 2016 voglio sfidare il destino).

E gli amici? Dove li mettiamo? Nel cassettino portagioie! Come il gioiello “buono” che non si può indossare tutti i giorni e si tira fuori solo nel momento giusto: se si va a ballare, se ci si sente giù di morale e vogliamo sentirci bene.

L’ultima riflessione vorrei dedicarla ai rompicoglioni o a quelli che “eeeeh dai ci sentiamo” e che non ci sentiamo mai. Ecco per voi il 2016 Gozzi riserva un ARRANGIATEVI grosso così.

P.S. per le ragazze di M di Mamma: eeeeeeh vediamoci! ma vediamoci davvero!!!

… AND A HAPPY NEW YEAR!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...