#Sono mamma … e adesso che si fa?? 1. Incinta e mo’; che faccio?

Inauguro oggi, con la festa della mamma alle porte, la rubrica

“Sono mamma … e adesso che si fa??”

che spero possa interessare tutte quelle ragazze che da poco hanno scoperto di essere in dolce attesa e non sanno come muoversi in questo mondo fatto di troppe informazioni, spesso false, e in cui amici, parenti, comoscenti vogliono dire la loro spacciandola come verità assoluta.

Premesso che ognuno pensa con la propria testa ed è ovvio che può e deve fare come crede, io non voglio qui impartire lezioni o dare sentenze categoriche.

Vuole essere il consiglio di una bis mamma con molto senso pratico, che come tutte con il primo figlio ha commesso degli errori dettati dall’inesperienza e soprattutto dalla mancanza di aiuti sensati che non fossero dettati dalle mode, dalle psicosi, dal marketing.

Quando una ragazza fa la pipì su quel bastoncino, che lo faccia con apprensione perchè il risultato  èatteso da molto o che lo faccia senza ansie, di fatto quando compaiono le due striscette o le settimane di gravidanza, comincia un percorso fatto di incognite, di dubbi che solo dopo che tutto è passato si guarda indietro dicendo “ah se tornassi indietro farei o non farei!”

E allora eccomi qua, a prendervi per mano senza imporre niente, a dirvi la mia opinione lasciando spazio a ogni donna con le proprie inclinazioni e preferenze per aiutarvi a districarvi tra visite, esenzioni, acquisti, corpo e testa che cambiano!

Ogni settimana, il mercoledì, pubblicherò un articolo a tema partendo dal giorno zero, parlando sempre con sincerità, spesso scomoda per qualcuno, ironia e senso pratico.

Non darò consigli medici perchè non lo sono, non indicherò preferenze di acquisti perchè non faccio marchette. Semplicemente vi dirò quello che nessuno ha il coraggio di dire.

Ancora una volta, grazie alla mia Musa!

Dunque partiamo!

1. Incinta e mo’ che faccio?

La prima cosa da fare è contattare un ginecologo, voglio ben sperare che ne abbiate uno, che vi farà la prima visita e vi rimanderà al medico di base per le prime prescrizioni.

Vi consiglio di fare una cartellina in cui terrete tutte le analisi e le ecografie, la cartella clinica, i vostri dati, in modo che ad ogni visita possiate avere tutto a portata di mano. Io ho anche scannerizzato tutto e messo su un cloud perchè non sempre avevo il cartaceo con me.

Altra cosa importante è l‘Assicurazione Sanitaria. Se ne avete una, io ad esempio ho Unisalute, informatevi se è previsto un rimborso per la gravidanza e in che modalità.

Dite che è ovvio? Fidatevi, non per tutte! Ho sentito storie di ragazze seguite esclusivamente da ostetriche, che non hanno mai fatto un’ecografia, che inseguendo il sogno del parto con i delfini e le sirenette hanno trascurato una parte fondamentale.

Quando dirlo ad amici/parenti/lavoro?

Tema controverso. Tendenzialmente quando vi pare. Si dice di attendere la fine del terzo mese (13 settimane circa) per scaramanzia dato che è il periodo più critico, ma non ci sono regole!

A tal proposito…una cosa che non dice nessuno, ma che invece dovrebbero scrivere sui cartelloni dell’autostrada, è: Mamma, Donna, non ti preoccupare se non hai capito un accidente di come cacchio si conta il trascorrere della gravidanza. E’ tutto normale. Non esiste essere umano che ci abbia capito qualcosa e non si è mai saputo perchè diavolo una gravidanza debba durare 9 mesi per far calcolare i mesi in 4 settimane e mezzo!

Mi spiego. Esistono addirittura delle TABELLE DI CONVERSIONE, come se l’esistenza di centimetri e pollici, taglie italiane e taglie di Zara non fosse già un casino per la mente umana. 

Una gravidanza dura 40 settimane e si calcola in settimane+giorni a partire dal primo giorno di mestruazioni.

Già capire cosa si intende per “primo giorno di mestruazioni” potrebbe non essere semplice …


E’ ovvio che è tutta una macchinazione per distrarci, per non andare in paranoia con malattie immaginarie del bambino. 

Passi le giornate a contare e ricontare i giorni e le settimane e il conto non torna mai, soprattutto perchè quando fai le ecografie vedi che compare una dicitura sulla foto: 14w+3d cioè 14 settimane+3 giorni. Che a te proprio non risulta! E allora vai in paranoia. No. Non farlo! Quella è una data che la macchina calcola in automatico in base alle misure del bambino! 

Consiglio di scaricare un’app per smartphone (ce ne sono tantissime, io usavo MyPregnancy) che tiene traccia di tutto e calcola tutto. 

In ogni caso ragionate in settimane, si fa prima e chi vi deve capire vi capisce, tutti gli altri chi se ne importa, faranno il conto!

Io avevo anche fatto un calendario che avevo allegato alla cartellina in modo da segnare le settimane con le visite programmate e il set di analisi del mese relativo. Eh lo so, deformazione professionale la mia! O pazzia … o tempo da perdere …

Cosa si può fare in gravidanza?

Su questo tema si potrebbe parlare all’infinito e tutti avrebbero la loro ragione da dire. 

Posto che deve sempre prevalere il buon senso, l’unico consiglio che mi sento di dare è di seguire le direttive del proprio ginecologo e di non farsi influenzare da amici o internet. Se il ginecologo che avete scelto non vi convince o non vi capisce, cambiatelo, ma per carità non fate di testa vostra!

Chiedetegli tutto anche a costo di sembrare cretine, tanto sono abituati a rispondere a tutti i dubbi e sono tutti leciti dal momento che non si nasce imparati!

Tenete presente poi che ogni donna e ogni gravidanza è diversa, perciò quello che va bene a me non è detto che vada bene a te, e quello che andava bene in una gravidanza, anche vostra, non è detto che valga per la seconda. 

Di base si può fare tutto e si può mangiare tutto anche perchè la Natura è una macchina meravigliosa e ricordatevi che, anche se non ci siamo abituati per il mondo in cui viviamo, non è manipolabile fino in fondo e se una cosa deve andar male lo fará comunque, ma ripeto chiedete al medico!

Per oggi basta così, se avete domande sarò lieta di aiutarvi come posso! Potete lasciare un commento qui sotto o scrivermi alla posta del canino

L’argomento della prossima settimana sarà Coccole, Libri e Il mio corpo che cambia, vi aspetto!

5 comments

  1. Eh purtroppo no altrimenti l’avrei messo da scaricare 😦 comunque non si sa mai domani guardo in ufficio se per caso l’ho tenuto! Se lo trovo te lo mando via email va bene?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...