#Sono mamma … e adesso che si fa?? 2. Coccole, libri e il mio corpo che cambia

Mercoledì 4 maggio 1. Incinta e mò che faccio?

Buon mercoledì a tutte le mamme! Eccoci di nuovo qua per un nuovo argomento!

Oggi vorrei parlare del nostro corpo che si modifica per far spazio ad una nuova vita. I cambiamenti che avvengono in 9 mesi sono tantissimi e per fortuna la Natura ci dà il tempo di adattarci con calma a tutto! Vi preannuncio che il post sarà lungo, ma l’argomento è delicato mica potevo scrivere due righe!

2. Il mio corpo che cambia

Qui ero incinta di Alice a 12/13 settimane

La gravidanza è un momento molto particolare nella vita di una donna. “Cedere” fisicamente il proprio corpo ad un’altra persona, non è una cosa da poco! In nove mesi non è solo la pancia che si modifica, ma tutto il corpo, anche ciò che non si vede, perchè gli organi interni si sposteranno per fare spazio al bambino; la spina dorsale si modificherà così da accogliere lo spostamento di tali organi e sostenere il peso della pancia; il seno di gonfierà, e così anche il bacino si allargherà. Voi vi vedrete enormi, gli altri vi vedranno solo splendidamente incinte. Prova sarà il continuo toccarvi la pancia (che nerviiiiii) di cani e porci.

Sembrano banalità di poco conto in confronto al miracolo della vita, ma è molto importante non avere paura di questi cambiamenti e ricordarsi che non si è sole. Parlate con il vostro compagno, con le altre mamme soprattutto (mamme di cui avete stima e fiducia) perchè il confronto e il sostegno con chi ci è già passato vi farà sentire meno sole!

Il mio compagno, ad esempio, è stato fantastico nel capire la mia frustrazione nel vedermi grossa, pesante. Non avendo amiche che ci erano già passate non potevo chiedere i loro sostegno, ma ne avrei avuto un gran bisogno!

Ma in pratica come avvengono questi cambiamenti? Ovviamente gradualmente (tette a parte, che potrebbero esplodere da subito)

Nei primi tre/quattro mesi quasi non assistiamo a grandi modificazioni fisiche, forse un po’ di pancia “gonfia”, forse la nausea (non a tutte viene e nel caso consigliano di mangiare spesso e cose asciutte, come dei cracker) e molto probabilmente un gran sonno!

Qualsiasi sia la sensazione che provate non pensate che non sia lecita perchè “siete incinte da poco” e non abbiate paura di sembrare ridicole perchè vi comprate pantaloni con la fascia o perchè volete indossare abiti più comodi; una donna diventa madre nell’istante in cui lo scopre e ogni donna reagisce come preferisce! Ci sono quelle che si accarezzano la pancia dal primo istante, ci sono quelle che vogliono continuare la solita vita di sempre, o quelle che fanno entrambe le cose, insomma: fate tutto ciò che vi fa star bene, senza dare alcun peso agli eventuali commenti degli altri!

L’unico consiglio che mi sento di dare è di non affaticarvi troppo, perchè anche se vi sentite (o siete) in forma di fatto dovete avere cura dell’esserino che cresce dentro di voi, quindi abbandonate il free climbing, le maratone, lo spinning a favore di yoga, camminate, bici, shopping … ecco lo shopping è lo sport perfetto: raggiungete in bici il centro, camminate tra i negozi, rafforzate i muscoli delle braccia con decine di abiti e grucce e fa bene all’umore! Non capisco perchè non lo consigli nessuno … ma infatti io sto qui apposta!

Qui sempre Alice ma 37 settimane

Oltre al corpo che cambia, poco, c’è un tema da non sottovalutare: la botta di ormoni e l’aspetto psicologico. Mix letale direi!

Se in condizioni normali la testa vi direbbe che una cosa è assurda, in questi nove mesi la logica vi abbandonerà quasi del tutto e allora ecco pensieri quali: posso avere rapporti o farò male al piccolo? (certo che potete! basta non appendersi al lampadario!); quella mi fissa la pancia, sicuro che penserà che sono incinta di 6 mesi! (no, non vi sta fissando nessuno, magari dietro di voi c’è un modello di Vogue e non ve ne siete accorte); e così via. Se pensate che il vostro compagno non vi capisce, no, quello non sono gli ormoni, è la realtà. (scherzo ovviamente)

La buona notizia è che tutti vi giustificheranno per quello che direte/farete in virtù del bombardamento ormonale, quindi vi consiglio caldamente di approfittarne! 

La suocera vi rompe le scatole? Siate acide, tanto al massimo il pensiero sarà che la gravidanza vi rende nervose, ma almeno vi sarete tolte qualche sassolino!

Parlando seriamente, c’è un’ostetrica che mi piace molto (ho fatto il corso preparto con lei e ora collabora con Chicco) è la dott.ssa Fabiana Toneatto, se avete modo di leggere le sue cose e o andare a qualche seminario, fatelo perchè è veramente brava!

Abbiate sempre in mente che il legame con vostro figlio nasce da subito e che il vostro cuore e la vostra voce sono le uniche cose che conosce e che lo rassicurano. L’udito è il primo senso che si forma, per questo parlategli sempre, voi e anche il vostro compagno, in modo che quando lo potrete fare dopo la nascita vi conosca già!

Questi nove mesi che vi attendono sono un momento che non tornerà più, fatto di gioie, di nervosismo, alle volte vi gireranno le scatole a più non posso perchè il corpo ingrossato vi impedisce nelle cose più semplici, altre al solo sentire qualche calcetto (che, fatemelo dire, fa un po’ senso sentire un alien che si muove nella pancia) vi verrà da piangere … insomma tra alti e bassi la Natura farà il suo corso, perciò godetevi tutto, coccolatevi e non rinunciate a qualcosa per stupidi principi o per fare le “dure”.

Coccole

I papà non possono partecipare a questo “fantastico percorso” e allora è nostro preciso dovere coinvolgerli il più possibile manifestando a più non posso fastidi, dolori, sensazioni, pensieri. Se provano a lamentarsi mostrategli un video di un parto (voi non guardatelo però) e poi indicate con nochalance un vostro piedino scalzo da massaggiare.

Dei papà però parlerò, magari la prossima volta.

Prendetevi cura di voi e del vostro corpo non solo perchè “prima di essere Madre siete Donne”, ma perchè se non volete ridurvi a dei molluschi dopo il parto per poi lamentarvi che non potete andare al mare è bene avere due o tre accortezze PRIMA:


1. mettete la crema in tutto il corpo sempre dopo la doccia. Non importa che sia per forza una specifica per smagliature, se la pelle resta sempre idratata e morbida non si “strappa”.

2. prendetevi del tempo per voi; io ad esempio facevo yoga 10 minuti al giorno, che aiuta molto a rilassare e anche rende elastico il corpo e l’utero preparandolo gradualmente al parto, anche se non l’avete mai fatto sono esercizi molto semplici che si possono fare senza esperienza o un corso. Ma se vi fa piacere iscrivetevi a uno, ne organizzano molti per gestanti ed è una buona occasione per fare amicizia!

3. cominciate a familiarizzare con l’idea che davvero davvero siete incinte e prendetevi pochi minuti per accarezzare la vostra pancina insieme al papà, parlando al piccolo. Lo so sembra stupido e forse ad alcune anche patetico, ma lui o lei vi sentono se non con le orecchie, con il cuore!

4. Questo punto è FONDAMENTALE: comprate subito una crema con alto fattore protettivo per il viso. In gravidanza gli ormoni sballano la melanina e spesso la parte superiore del labbro si scurisce creando un meraviglioso Effetto Baffo che non andrà più via. Si, anche nel resto del viso potrebbero venivi delle macchie e quindi è meglio proteggersi. SEMPRE ANCHE QUANDO IL CIELO E’ COPERTO.

Poi non dite che non ve l’avevo detto.

5. Ho già detto fate shopping? Non troppo però perchè pensate che le cose che comprate dureranno solo pochi mesi. Però … però … c’è sempre un però per fortuna!

Sabato ho avuto l’opportunità di conoscere e vedere anche dal vivo una serie di abiti di una marca che non conoscevo. Bellissimi e non costano neanche tanto! Sono abiti pensati in modo che si adattino al corpo che cambia in tutti i nove mesi e che, miracolo!, vanno bene anche dopo!!! La casa si chiama Envie de Fraise

Libri

Genitori informati è sempre una buona cosa, ma non bisogna leggere troppi manuali o siti internet, secondo me, perchè si rischia di aggiungere dubbi ai dubbi. Soprattutto consiglio letture generiche non che si prefiggano di insegnare un metodo, perchè 1. è troppo presto per capire come educare un bambino finchè non ce l’hai tra le braccia e 2. potrebbero condizionarvi in scelte non vostre.

Questo libro l’ho conosciuto purtroppo dopo la nascita del primo figlio, ma tratta anche tutta la gravidanza spiegando benissimo quali sono i cambiamenti di mente e corpo nella donna e anche nel feto. E’ scritto da un pediatra molto saggio che racconta cosa accade fisiologicamente e psicologicamente alla mamma prima, al bambino (fino a 11 anni) poi.

Il nuovo bambino, Marcello Bernardi, Editore Rizzoli.

Per il resto vi consiglio di leggere, a voce alta magari in modo che la vostra voce sia già una nenia per il vostro cucciolo (come dicevo prima), dei libri che raccontino la poesia dell’attesa, anche se forse li apprezzerete di più dopo, pensando a tutto quello che erano i primi momenti.

Ve ne consiglio alcuni stupendi (come qualcuna di voi già sa amo fortemente Maria Polita di Scaffale Basso, per cui la maggior parte delle recensioni arriva da lì. Trovate sempre in fondo ai suoi articoli i riferimenti per l’acquisto, che non è il solito Amazon, ma una libreria, Radice Labirinto, specializzata in libri per bambini ed è giusto valorizzare il lavoro di chi ci mette il cuore, perciò vi consiglio di acquistarli lì!))

Da leggere insieme

L’alfabeto del bambino naturale, Elena Balsamo (qui)

Per le mamme

Ti amerò sempre, Robert Munsch (qui)

Casa albero, Ilya Green (qui)

L’amore è, Mies van Hout (qui)

L’amore è, Mies van Hout

e per i papà

Sul blog La Mamma Leonesstrovate una selezione, con recensioni e anteprime, di bellissimi libri sui papà. Vi consiglio in particolare

Papà isola, Emile Jadoul

Papà aspetta un bimbo, Frederique Loew

Per oggi è tutto! Come sempre se avete bisogno di consigli o chiarimenti potete lasciare un commento qui sotto o scrivermi alla posta del Canino

La prossima settimana inizierà il lungo capitolo, che durerà un po’ di settimane, dedicato agli acquisti, partendo dalla cameretta, non perdetevelo!

A presto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...