#Rubrica … con le ali #assorbenti

Il ciclo, benchè questo nome faccia pensare a qualcosa che si ripete sempre uguale, sempre con la stessa cadenza, non c’è una volta che rispetti la “regola” (altro nome, tra l’altro, usato anticamente per indicare le mestruazioni).

Una volta di 25 giorni, una volta 28, un’altra volta salta (avrà avuto di meglio da fare), un’altra ancora due volte in un mese (affezionato …).

Per non parlare di durata e sintomi. Stavolta, ad esempio, non ho le palle girate, non voglio uccidere nessuno, non sono triste nè paranoica.

Ho solo fame.

Una fame implacabile di tutte quelle cose che i ginecologi (naturalmente uomini) sconsigliano di assumere per ridurre i dolori o i mal di testa. Cioccolato, patatine, noccioline, cioccolato, nutella, pizza, cioccolato … ho già detto cioccolato? In preda ai flussi due giorni fa al supermercato ho comprato DUE stecche di cioccolato fondente da TRECENTO GRAMMI l’una! No, tranquille non le ho ancora mangiate, ma sono comunque lì … in potenza …

Al supermercato ho dovuto comprare gli assorbenti. Dice embè? Cazzo una non può allontanarsi dalle mestruazioni per due gravidanze che ti tirano fuori 750 tipi di assorbente! Un muro di confezioni di tutti i colori, forme e consistenze due metri per due.

scaffali-assorbenti

Lo fisso attonita.

attonita-scaffali

Mi vorticano in testa mille domande.

Mi succede spesso nei grandi supermercati, perchè tutta quella scelta mi fa domandare: “perchè dovrei prendere la solita marca, la solita cosa. Guarda qua il consumismo cosa mi propone! Magari potrei provarne un tipo nuovo … certo però, se poi mi trovo male … è sempre un rischio. Uhm … bisogna fare una valutazione tecnico-scientifica. Questi hanno una fantastica confezione, questi hanno l’omaggio, questi altri un nome che non ho capito cosa voglia dire. Questi pare abbiano una funzione rinfrescante-massaggiante-drenante-idropulente-longlastingfreshness …” e così via.

Prima di restare incinta la prima volta usavo gli “E’ “(è..è..è..è), nome scelto a cazzo penso dopo un briefing della Lines in cui erano tutte mestruate e ubriache. Adoravo. Ma, porca miseria se costano.

Decido di tornare sui miei passi e prendere i vecchi Lines Seta con Ali. Quelli viola.

Solo che ora ci sono TRE diversi tipi di “viola”. Con un numero. Che apprendo essere la lunghezza. Ma che cosa minchia ne so io di che lunghezza mi servono? Il tipo “lunghezza mutanda” sarà il 14 o il 19?

Boh ne acchiappo due confezioni del 14 (come le chiavi a brugola) e vado alla cassa.

“son tre euro e dieci centesimi”

“guardi che ne ho prese due confezioni!”

“si, si. costano così.”

Orca miseria daje de Lines Seta.

Vi comunico al giorno due di “ciclo discontinuo” che il 14 e unnè la mi’ misura. Mi sa che c’ho le mutande lunghe perchè copre appena la zona a rischio.

E voi? quali sono le vostre marche/misure preferite? No, perchè con gli assorbenti si apre un mondo!

E la coppetta interna raccogli schifo che poi si svuota comodamente nel wc (conati, conati, conati), il sempiterno Tampax che ora anche gli uomini sanno infilare con il pratico tubo di plastica, la Nuvenia per le donne che si buttano col paracadute (chi è semi ottuagenaria come me si ricorderà la pubblicità, nonchè la parodia della Finocchiaro nella TV delle Ragazze – meraviglioso!) … chi più ne ha più ne metta!

Per le nostalgiche e per le curiose ecco il link al video

TV DELLE RAGAZZE – VIDEO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...