Zucchine gratinate e relativi avanzi

Domenica piovosa, novembrina, zero voglia di fare qualsiasi cosa se non rilassarmi.

I bambini sono dai nonni, su loro richiesta, così mi dedico alla preparazione del pane settimanale con tutta calma e mi metto a sfogliare alcuni dei libri di cucina che giacciono semi dimenticati nella libreria. Già, perchè con internet a portata di mano, chi li guarda più? Quando, però, non hai la minima idea di cosa preparare e cerchi l’ispirazione, niente è meglio del cartaceo!

E infatti poco dopo la trovo. Ricetta perfetta: leggera, veloce, adatta ai bambini.

Zucchine gratinate

Ingredienti 

2 zucchine grandi (4 medie)

2 carote piccole

pangrattato

philadelphia circa 80/100 gr

prezzemolo

cipolla

olio evo

sale

Procedimento

Spuntate le zucchine e tagliatele per il verso lungo a metà. Incidere l’interno e togliere la polpa con un cucchiaino.

zucchine gratinate

Con il robot tritate le carote insieme alla polpa di zucchine, quindi unite pangrattato (a occhio ma non molto, diciamo 3 cucchiai circa), sale, prezzemolo, olio e mescolate. Vi consiglio di dividere a questo punto il composto e lasciarne diciamo un terzo da parte. Nei 2/3 aggiungete il philadelphia e mescolate.

zucchine_gratinate_21

Mettete un filo d’olio in una pirofila e disponete le barchette di zucchine. Riempitele col composto con il formaggio e spolverate con altro pangrattato. Ancora un filo d’olio sopra e infornate a 180° per 45 minuti.

zucchine_gratinate_31

Eccole qua!

zucchine_gratinate_41

E il terzo avanzato? Dato che ovviamente non si butta via niente, aggiungete due uova intere, sbattete e fate il pappone delle galline!

zucchine_gratinate_avanzi_51

Vorrei dirvi che i bambini le hanno divorate, invece Alice si è addirittura pulita la lingua dicendo BLEAH, ha spinto via il piatto molto gentilmente ponendolo il più lontano possibile dalla sua vista e si è buttata sul prosciutto crudo. Tiziano, invece, dopo il pappone delle galline non ha voluto altro. Ma sono certa, certissima, che l’avrebbe mangiato. Per fortuna la storia con i “se” non si può fare …

In ogni caso erano buone, magari poco salate, ma buone e ce le siamo divise con il papà. Tiè!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...